Home

Il 14 e il 15 maggio a Città Studi di Biella (TO), convegno di due giornate dedicate all’approfondimento e all’apprendimento delle tecniche shiatsu per attivare le energie della donna in gravidanza. Al centro del convegno le tecniche shiatsu altamente selezionate che permettono di apprendere gli strumenti basilari per contattare le necessità fisiologiche ed emotive della gestante. La gestazione è sempre un momento magico ma può essere influenzata da momenti di tensione e affaticamento. Imparando le tecniche per defaticare la gravida, per sostenere il nascituro a partire dal periodo di circa un mese antecedente al parto fino al travaglio con tecniche shiatsu, di respirazione, rilassamento, stretching e tanto altro ancora, le partecipanti hanno acquisito  le competenze per gestire autonomamente un ampio spettro di situazioni. Lo shiatsu dei 9 mesi, l’induzione di parto, l’accelerazione del travaglio, l’aiuto per la dilatazione, il rivolgimento del feto podalico, l’arresto travaglio pretermine, il defaticamento della gestante, lo shiatsu per la coppia sono stati gli argomenti trattati in cui le partecipanti hanno potuto sperimentare nella pratica ciò che è tradizionalmente patrimonio nella tradizione energetica orientale. Il corso a numero chiuso che ormai da due anni sta girando l’italia per formare e informare le ostetriche di questo tanto antico quanto importante metodo naturale di approccio al percorso nascita ha avuto circa 12 partecipanti per giornata tra ostetriche e operatori shiatsu. Molte ostetriche hanno iniziato a metterlo in pratica anche in sala parto! Vedi l’elenco Operatori nascita shiatsu. In questo workshop anche l’operatore shiatsu ha trovato molti strumenti per sfatare il mito che lo shiatsu in gravidanza sia pericoloso! La gravidanza è il momento in cui l’operatore shiatsu entra in contatto con l’energia vitale nel senso più vero del termine! Sebbene il trattamento sia sconsigliato nei primi tre mesi di gravidanza, in Giappone lo shiatsu fa parte delle attenzioni che la donna incinta riceveva tradizionalmente fino al compimento del 9° mese del neonato. Un periodo questo molto lungo che però considerava non solo la gestazione ma anche il successivo periodo necessario a sostenere la venuta al mondo del nuovo essere. L’evento accreditato sia per la formazione continua dell’operatore shiatsu (21 punti ECOS) che dal Ministero della Salute (10 ECM per giornata) per la formazione ostetrica è stato un momento di aggiornamento importante rivolto ai professionistici del percorso nascita. I relatori del corso: Gianpiero Brusasco, co-autore del libro della Red ‘Shiatsu per la gestante e per il neonato’ un nuovo modo di affrontare il travaglio/parto- RED editrice, direttore del Centro Tao di Torino, operatore shiatsu, erborista e la Dott.ssa Serena Anzilotti, Laurea in ostetricia conseguita presso l’Università “La Sapienza” di Roma, svolge l’attività di libero professionista, ed è presidente dell’Associazione Aiuto sarò mamma. Leggi gli articoli delle esperienze di shiatsu nel percorso nascita su Facebook.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...