Home

Lo shiatsu è una delle discipline presenti nel nostro modulo di primo livello sulle terapie complementari. Abbiamo due sessioni in cui presentiamo i concetti basilari di shiatsu e incoraggiamo gli studenti a praticare alcune delle tecniche su di loro, esperienza che piace molto e che molti di loro trovano rilassante. L’uso del tocco reciproco, soprattutto sulla schiena, l’osso sacro e i forami sacrali, è un buon modo per cominciare a esplorare le tecniche. Queste sono ottime zone da trattare sulle donne in travaglio, il cui frequente mal di schiena durante le contrazioni potrebbe essere alleviato grazie al tocco sulla schiena. Proviamo a combinare questa tecnica con altre tecniche di tocco in modo da offrire una pratica utile alle donne.

Insegniamo inoltre alcuni punti specifici come VU 67, VB 21, IC 4 e MC 6 relativi all’ostetricia e che possono essere usati per specifiche funzioni anche senza il bisogno di una conoscenza approfondita della teoria shiatsu.

Detto questo, il modulo non vuole dare agli studenti le competenze sufficienti per praticare tutte le discipline insegnate, ma vuole semplicemente offrire loro una panoramica generale in rapporto all’ostetricia. Se gli studenti volessero praticare lo shiatsu o le altre discipline, avrebbero bisogno di frequentare dei corsi di formazione riconosciuti per poterlo fare.

Questo è evidenziato nel documento programmatico (RCM 1999) del Royal College of Midwives (RCM), pubblicato per la prima volta nel 1996, che dà particolare importanza alla responsabilità professionale dell’ostetrica rispetto alle sue pazienti. Queste raccomandazioni sono opportune e aiutano a identificare i parametri per attivare l’uso delle terapie complementari in ostetricia. In passato c’era un consenso molto basso su come, o persino se, usarle, con alcune aziende ospedaliere propense all’utilizzo e altre con una posizione più prudente.

Tuttavia, per quanto positiva sia la creazione di tali raccomandazioni, il documento RCM sostiene la ricerca di corsi che offrano almeno 500 ore di teoria e altrettante ore di pratica. Potrebbe non sempre essere possibile accedere a tali corsi, ed è discutibile che le ostetriche abbiano bisogno di queste basi teoriche per praticare solo alcuni aspetti dello shiatsu. Altri professionisti, ad esempio i veterinari, i medici generici e i fisioterapisti possono offrire terapie complementari sulle basi di corsi brevi. Corsi brevi sullo shiatsu per le ostetriche sono stati organizzati e sicuramente alcune aziende ospedaliere li accettano come prova di una formazione sufficiente. Potrebbe essere controproducente insistere su corsi più lunghi e intensivi se le ostetriche non possono accedervi, quindi probabilmente le raccomandazioni RCM dovrebbero essere più realistiche.

È anche piuttosto ovvio che le ostetriche ospedaliere inizino a vedere l’uso dello shiatsu, in particolare, come uno strumento effettivo e legittimo nell’assistenza durante la gravidanza, sia in rapporto all’ottimizzazione della posizione fetale e della preparazione prenatale, sia come supporto e assistenza durante il travaglio. Esiste una piccola indagine locale riguardo all’uso di punti specifici per l’induzione al travaglio e indagini più ampie sono in fase di programmazione. L’attitudine prevalente è molto positiva, con un numero sempre crescente di ostetriche che ritengono utile l’esperienza per sviluppare le competenze shiatsu e in altre discipline olistiche.

Forse sarebbe appropriato finire affermando che l’ultimo gruppo di studenti che ha seguito questo modulo lo ha trovato un’esperienza piacevole se paragonata ai moduli più teorici e impegnativi che seguivano nello stesso periodo. Se l’impressione è positiva, allora forse saranno motivati a seguire ulteriori corsi di shiatsu, massaggio, riflessologia o simili una volta conseguita la specializzazione. Noi chiaramente speriamo di aver stimolato il loro interesse nel fornire un approccio all’assistenza più olistico e più incentrato sulla donna.

Julie Williams, lettore anziano, ostetrica, University of the West of England, Bristol

da Shiatsu per la gestante e il neonato – RED , S. Yates

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...